ESENZIONE BOLLO DAL 2019

La legge di bilancio 2019 introduce l’esenzione da imposta di bollo per Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche estendendo un’agevolazione già vigente dal 2003 a favore di Onlus e Federazioni ed Enti di promozione sportiva.

 

L’esenzione trova applicazione in relazione ai seguenti documenti quando richiesti o prodotti da ASD/SSD:

  • atti
  • documenti
  • istanze
  • contratti
  • copie anche se dichiarate conformi
  • estratti
  • certificazioni
  • dichiarazioni o attestazioni

In particolare,  rientrano tra i documenti esenti da bollo anche le ricevute per indennità, rimborsi spese analitici, rimborsi spese forfettari, richiesti a fronte di somme erogate da ASD/SSD trattandosi di “documentazione necessaria ai fini dell’esecuzione dei rimborsi “.

 

Si rammenta, infine, che Il D.lgs 117/2017 aveva già introdotto l’esenzione dall’imposta di bollo a favore delle Onlus, ODV (organizzazioni di volontariato) e APS (associazioni di promozione sociale) iscritte nei rispettivi registri. In particolare l’art. 82 comma 5 del Codice del Terzo Settore ha stabilito che “gli atti, i documenti, le istanze, i contratti, nonché le copie anche se dichiarate conformi, gli estratti, le certificazioni, le dichiarazioni, le attestazioni e ogni altro documento cartaceo o informatico in qualunque modo denominato posti in essere o richieste dagli enti di cui al comma 1 sono esenti dall’imposta di bollo”.